Tempus fugit…

Posted On 8 novembre 2007

Filed under Senza categoria

Comments Dropped leave a response

 
Riguardo oggi il mio blog e noto che è quasi un mese che non scrivo nulla…
Ripenso al mese che ho trascorso, a quello che ho fatto, a ciò che mi è capitato e mi accorgo che è stato un Ottobre folle vissuto a piena velocità senza un attimo di respiro…
CAVOLO!
Ora sono convinto che W. S. Carter ha pienamente ragione quando afferma che "il tempo non è solo una successione infinita di istanti privi di significato: a volte si arrotola su sé stesso, ritorna sui suoi passi e fa in modo che un singolo istante acquisti lo stesso valore dell’eternità…"
Quella dell’eternità non l’ho ancora capita, ma il fatto che il tempo impazzisca ogni tanto lo sperimento di persona.
Cerchiamo di fare il punto della situazione e di stilare un elenco dei principali avvenimenti:
1) Ho accettato l’invito di Marisel ad andare alla fiera del fumetto del 25/11; senza nemmeno accorgermene mi sono ritrovato a dover vestire i panni di un tizio, protagonista di un manga di cui non ho mai sentito parlare, che si trasforma in un serpente quando viene abbracciato da una donna (!? e se vengo abbracciato che cavolo faccio, devo trasformarmi?)
2) Abbiamo deciso che entro maggio metteremo in scena "Molto rumore per nulla", di William Shakespeare; non ho ancora un personaggio, ma se posso votare io voglio fare Benedetto!!! (a proposito: posso suggerire su chi debba fare Beatrice?)
3) Finito il primo anno di dottorato; mi rendo conto ora che è passato in un lampo e che tra poco dovrò andare all’estero (ma Oristano è considerato estero? Perché se la risposta è si allora vado a trovare il Nonnu!!! Se invece è no… Svezia: arrivo!!!)
4) Boh…
Mi sembra che sia tutto. Tuttavia sono un po’ preoccupato del fatto che il mese di Ottobre sia volato così in fretta.
Il tempo fugge, a volte manco ce ne accorgiamo (vedi Ferro che, all’alba del 5 novembre, fa ai disgraziati del primo anno specialistica: "Ma che cosa ci fate qui? Non dovevate iniziare a Novembre?"), e spesso momenti di pace per riflettere su cosa si sta facendo sono sempre più rari.
Per fortuna a me ne è capitato uno mentre ero in montagna con i Bosse.
Nel restare fuori dal rifugio, in silenzio, nell’osservare le montagne a me care tinte dell’oro e del fuoco dei colori autunnali, con la mente sgombra da tutto (12 ore di sonno sono un toccasana, provare per credere!) ho avuto finalmente il tempo di metabolizzare la scuola di Bressanone, di pensare al mio primo anno di dottorato, di ragionare su cosa sto facendo del mio essere improvvisamente scaraventato in questo mondo impazzito…
Saranno stati dieci minuti, ma per me sono stati un momento fuori dal tempo.
Vuoi vedere che ho finalmente capito la cosa dell’eternità in un istante?
Love & peace
Bario
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...